Wacom: Le firme grafometriche elettroniche possono avere valore legale?

Nuovo whitepaper di DLA Piper: soluzioni di firma WACOM – conformi alla direttiva europea sulla firma elettronica

DLA Piper, studio legale leader a livello mondiale, ha preparato un whitepaper in cui viene analizzata l’efficacia legale delle soluzioni di firma Wacom in relazione ai principi normativi europei per la firma elettronica. In questa analisi, DLA Piper risponde alle principali domande riguardanti le firme elettroniche vincolanti dal punto di vista legale in Europa, e illustra le caratteristiche fondamentali delle soluzioni di firma elettronica Wacom. Da una prospettiva legale, DLA Piper è in grado di concludere con sicurezza che le soluzioni di firma elettronica Wacom soddisfano e addirittura superano i requisiti previsti dalla definizione di firma elettronica stabilita dalla rispettiva Direttiva. Ciò significa che, secondo l’articolo 5.2 della Direttiva, l’efficacia legale non potrebbe essere rifiutata sull’esclusiva base delle caratteristiche tecniche.

Qual è lo stato legale di una firma elettronica?

Secondo le disposizioni della Direttiva sulla firma elettronica, questa non acquisisce automaticamente la stessa validità legale di una firma grafometrica apposta su carta. Tuttavia, dalla prospettiva dell’uso previsto per le firme elettroniche, vale a dire un mezzo per creare contratti validi, nonché dal punto di vista dell’applicabilità, le firme elettroniche sono spesso adeguate. Poiché i tribunali decidono sul valore delle prove presentate, più affidabile è la tecnologia utilizzata, più affidabile è il documento firmato, e maggiore sarà in generale il valore probatorio attribuito. Le soluzioni di firma elettronica Wacom forniscono un importante valore probatorio grazie alla combinazione di dati biometrici, contestuali e crittografici.

Il contributo di Wacom all’efficacia legale delle firme elettroniche

L’adeguata configurazione dei sistemi di salvaguardia tecnica e procedurale rendono le soluzioni di firma Wacom un eccellente strumento aggiuntivo per potenziare l’affidabilità di un sistema di firma elettronica qualificato. Un sistema di firma elettronica qualificato che si avvale di componenti quali le soluzioni di firma elettronica Wacom, può essere utilizzato per creare firme digitali con l’efficacia legale di una firma grafometrica effettuata su carta, in conformità all’Articolo 5.1 della Direttiva sulla firma elettronica. Secondo il prossimo Trust Services Regulation (Regolamento sui servizi fiduciari), la conformità legale delle soluzioni di firma elettronica Wacom ai requisiti di firma elettronica rimarrà probabilmente equivalente o persino più alta.

Società e istituzioni si affidano alle soluzioni di firma Wacom

Il whitepaper di DLA mostra che per la maggioranza dei casi aziendali (non per tutti) le soluzioni di firma elettronica Wacom possono essere utilizzate per firmare contratti vincolanti dal punto di vista legale, offrendo un livello probatorio molto alto. Le soluzioni di firma elettronica Wacom sono utilizzate in industrie ed applicazioni diverse, da clienti di tutta Europa. Molte società e istituzioni si sono già impegnate nella realizzazione di un futuro più efficiente riducendo i costi dei flussi di lavoro attraverso l’implementazione delle soluzioni di firma Wacom. Di seguito sono elencati alcuni esempi tratti dalle nostre credenziali: Orange, O2; Vodafone; Santander; Lloyds TSB, BBVA, BNP, Banca Intesa San Paolo, La Caixa, Unicredit, Poste Italiane, poste spagnole Correos, Decathlon, Hilti, IKEA Germania, Goertz Shoes, Jack Wolfskin, Mercedes-Benz, Polizia francese, Polizia norvegese, municipalità tedesche.

Cenni informativi su DLA Piper e Patrick van Eecke

DLA Piper è uno studio legale globale con 4.200 avvocati e sedi in oltre 30 Paesi nelle Americhe, Asia-Pacifico, Europa e Medio Oriente. Le prassi riguardanti la tecnologia di DLA Piper derivano da una profonda esperienza nei settori industriali che consente loro di fornire una preziosa consulenza e soluzioni innovative che spaziano oltre il loro know-how tecnico essenziale e di prim’ordine. Il loro studio annovera clienti tra le più grandi società IT di alto profilo del mondo.
L’autore, Professore Dott. Patrick Van Eecke, è Partner presso l’ufficio di Bruxelles di DLA Piper e Direttore del gruppo legale Internet. È uno specialista nell’ambito dell’e-commerce ed e-government, delle firme digitali e PKI (public-key-infrastructure, infrastrutture pubbliche essenziali) e delle tematiche inerenti la protezione dei dati. Il Dr. Van Eecke è consulente sia di governi sia di imprese per ciò che concerne la conformità legale delle soluzioni di firma elettronica, e vanta esperienza nella redazione e negoziazione della documentazione legale relativa ai PKI, ad esempio le Certification Practice Statements (Dichiarazioni delle pratiche di certificazione), Certificate Policies (Prassi sui certificati), Signature Policies (Prassi sulle firme) e Relying Party Agreements (Accordi riguardanti le parti facenti affidamento).

Soluzione di firma elettronica di Wacom

La soluzione di firma elettronica Wacom è composta da hardware e software. L’hardware mette a disposizione diversi sign pad: STU-530, STU-520, STU-500, STU-430 o STU-300. Ai più alti livelli dell’hardware troviamo il display di firma DTU-1031. Il software può essere sia un’applicazione sign pro PDF di Wacom sia uno dei Signature Development Kits, oppure una delle applicazioni di terzi fornite dai Signature Solution Partner.

Ottenete qui la vostra copia personale del whitepaper

Siete interessati a ricevere il whitepaper? Inserite di seguito i vostri dettagli e vi invieremo immediatamente il documento.
Receive the Whitepaper

indietro